domenica 18 dicembre 2011

Dimmi perchè...


…non riesco a farti partire come vorrei io.
Non capisco ancora il perché. Vuoi il mio rosso?  Forse è lui che ti manca? Eccolo.
Quando sono seduta qui davanti a te non riesco a raccontarti nulla e preferisco dirottarmi nei ricordi. Vado dall’altra parte  Mi rileggo. Rido. Piango. Mi vedo. Mi ritrovo.
Perché tu non mi vuoi?
Eppure ne avrei di cose da dirti... Sapessi quante.
La mia vita e il mio animo sono  come il cappello di Silvan. Ci trovi di tutto sai.
Non so se può esserti di consolazione, ma è giusto che tu sappia che da un po’ di tempo anche nella mia realtà sono così con tutti.
Tengo tutto dentro. Come facevo un tempo.
Ho  inlucchettato la voce dell’anima..e non riesco a trovare la chiave per riaprire il lucchetto.
Hai visto quante volte ho scritto “ non riesco”?
Perché?   Perché ho come la sensazione di non farcela?
E’ come se mi stessi arrendendo. Perché?
No. Cazzo no.  Io non mi devo arrendere proprio ad un bel niente.
Io sono come il mio roseto, che se ne strafrega  se è stato piantato in un angolo  poco favorevole, si, se ne strafrega altamente, e  ce la mette tutta  per farmi dono delle sue tenere rose bianche.
Anche  ieri ne aveva una.
Era piccola.
Era lì che combatteva con il gelo.
Ma era lì.
Tutta per me.

5 commenti:

  1. E aprilo questo lucchetto, sono sicura che hai la chiave giusta, guarda bene, forse è nascosta sotto un velo di malinconia... :))
    Un saluto!!

    RispondiElimina
  2. Sai cosa? A volte non riusciamo proprio a cantare, perchè magari la canzone non è una di quelle nostre, di quelle che ci portiamo dentro. Poi magari basta un nonnulla, una parola chiave, un sorriso inatteso, la frase sciocca di un conduttore radiofonico, e la canzone arriva, e ci si ritrova a cantare incuranti del resto. Sintonizza la tua radio, ed aspetta....

    RispondiElimina
  3. http://www.youtube.com/watch?v=ln8vbTosrPU


    Tiempo y silencio

    Una casa en el cielo
    Un jardín en el mar
    Una alondra en tu pecho
    Un volver a empezar
    Un deseo de estrellas
    Un latir de gorrión
    Una isla en tu cama
    Una puesta de sol

    Tiempo y silencio
    Gritos y cantos
    Cielos y besos
    Voz y quebranto
    Nacer en tu risa
    Crecer en tu llanto
    Vivir en tu espalda
    Morir en tus brazos
    ………………………………………..

    abbraccio Sir

    RispondiElimina
  4. @ Linda, la malinconia da un pò di tempo fa da padrona nel mio animo, si..., dovrò sicuramente bacchettarla ^.^

    @ Masso... è un momento davvero difficile per me, la vita non mi sta facendo nessun sconto, ma giuro che proverò a seguire il tuo consiglio. Grazie.

    @ Sir, che bello "vederti" qui. Che bella gioia mi hai dato!
    Sei in Canada o in Sud America adesso? E in Italia quando torni?
    Mi mancate tanto. Penso spesso a te, a Rosso, al nostro piccolo e affiatato gruppo di persone che riuscì a tramutare l'amicizia virtuale in amicizia reale.
    Grazie per questa splendida canzone di Cesaria Evora. Si. Grazie Sir.
    Ti abbraccio fortissimo.
    Cri

    RispondiElimina
  5. Cara Cristina,penso che ti possa far piacere: http://mariomille7.blogspot.com/

    RispondiElimina

Condividere Pensieri aiuta a Crescere. Grazie del tuo Pensiero.