martedì 6 gennaio 2015

Pino... ciao



Mi sono addormentata con il pensiero di Te e mi sono svegliata con il pensiero di Te.
E' ... quasi impossibile trovare le Parole. Tu fai  parte della mia Vita. Tu sei un pezzo della mia Vita.
Ti sei fatto troppo amare con la tua musica. Sarà Lei a parlare per sempre.

[... Grazie di essere passato di qua a portare tutta questa bellezza...], ha scritto Lorenzo Jovanotti.

Si. Grazie, Pino.  
Grazie. Grazie. Grazie.


giovedì 1 gennaio 2015




Finalmente te ne sei andato 2014.  Sei stato un anno per molti casi  spietato, astioso, non hai proprio badato a spese. Te la sei spassata a lacerare molti animi. 
Con me poi, te la sei goduta alla grande, non ti sei risparmiato in nulla.
A parte ieri sera, che mi hai permesso di trascorrerla in serenità, circondata dai miei affetti più cari. Non me la so spiegare questa tua attenzione nei miei confronti proprio il tuo ultimo giorno. Accidendi, mi son vista costretta a dirti  un grazie. L'unico grazie in 365 giorni te l'ho dovuto prima che te ne andassi definitivamente.  Comunque vabbè, grazie, si, grazie per avermi regalato una manciata d'ore in armonia e per avermi fatto sentire amata, in fondo è anche questo che aspettavo. E adesso ciao, a mai più. Non vedevo l'ora di spazzarti via.  
Sarà più dura spazzarti via anche dai miei pensieri, ma ti giuro che ce la metterò  tutta.          


Ben arrivato 2015.  
Voglio accoglierti come si deve. 
Voglio presentarmi a te così, come sono. Io. Eccomi. Cristina Emma. Quella vera.
Quella che, da ogni lezione che riceve e da ogni errore che commette, riesce sempre in qualche modo a trarne insegnamento. 
Quella che va avanti per la sua strada sempre e comunque con la sua testa alta e che di questo ne va fiera. 
Tu, in cambio, se puoi ...  dammi una chance, prova a fidarti di me. 
Provaci. Dai. 
Cin cin. 
Alla tua.
Alla mia.

Felice Anno Nuovo a tutti.
Un bacio.
Cristina