domenica 2 aprile 2017


(Immagine dal web)


Un pensiero al mese è un pò pochino, lo so.
Come dici? Che potevo almeno presentarmi  dopo tutto questo tempo  vestita più decentemente? Non ti garbo con l'accapatoio bianco e l'asciugamano a mò di turbante che ho in testa? E vabbè, la doccia la dovevo fare, l'impacco d'olio sui capelli pure, insomma blog, accidenti, prendimi così se vuoi trascorrere una mezzoretta con me,  altrimenti anche oggi spengo il Vaio e ti saluto.
Blog,  lo so che mezzora è poco, ma ho sempre così tante cose da fare, lo vedi anche tu  che mi conosci, uffa. Ah, se solo  invece di aspettare le mie chiacchiere sapessi praticare  un estasiante massaggio shiatsu ...!  Non sai quanto avrei bisogno in questo momento di quella sensazione di... paradiso... di dolcezza...

Ma perchè non li sai fare i massaggi shiatsu, uffy? 
Ma che razza di cavolate ti sto scrivendo? Alla mia età poi. Ma ti sembro normale?  Ma come fai a sopportarmi ancora?
Dai,  che ti riassumo in poche righe lo scorrere della mia vita in questo periodo. 
Allora, parliamo di LAVORO.
Ho quasi paura a dirlo, ma sembra stia andando come finalmente deve andare: cioè bene . Il mio settore è in netta ripresa , (ma... ancora stento a crederlo),... si insomma...  ho paura che da un momento all'altro la crisi ripiombi di nuovo, comunque, io,  secondo te, conoscendomi, cosa sto facendo? come mi stò muovendo? Ma ci do dentro a tutta manetta, naturalmente. Gli ordini da evadere, gli appuntamenti con clienti nuovi e non, sono  incredibilmente tanti. Ripeto,dico incredibilmente perchè ancora non ci credo, ma in questo periodo  è veramente  così. Ed è bello che sia così. Anche se, quando rientro alla sera sono stanca, molto stanca, direi esausta, sfinita,si. Ma non importa... perchè ... è come rimettersi in gioco... E' come se la Vita mi stesse offrendo un'altra opportunità per migliorarmi professionalmente ed economicamente. Sono felice di essere una persona che non si arrende mai. Sono felice di aver tenuto duro, si certo, di aver tenuto la testa alta e sulle spalle mentre affrontavo a spada tratta questi ultimi anni infami.  Ne vado fiera, blog. Si. Ne vado davvero fiera.

Oh, poi c'è una bella notizia. Finalmente ho una linea internet decente. Finalmente tutto per ora funziona alla grande. Finalmente Tim si è scocciata delle mie innumerevoli e incazzatissime chiamate di protesta ed ha deciso di intervenire seriamente. 


Poi che altro  c'è. Ah, si. I Cuccioli.

Beh, secondo te, pensi che  io non sia riuscita a trovare ad ognuno di loro una famiglia pronta ad accoglierli ? Ueee ma per chi mi hai presa? Per una cretinetti  tutta bla bla blaa senza sostanza e concretezza? Eccerto che li ho accasati tutti, e anche bene. Tiè.  Comunque, Apprendista Nocchiero aveva ragione. Se ne avessi avuti 20 li avrei accasati tutti ugualmente. Si. Erano stupendi. Davvero. Ehm... una cucciolotta comunque non sono riuscita a lasciarla andare. E' la dolce Luna. Fin dal primo momento che l'ho presa tra le mani, quella Pallina di Pelo aveva fatto si che  scoccasse la scintilla tra noi due. E' stato proprio Amore a prima vista. Vuoi sapere  i nomi che ho dato ad ognuno di loro? Eccoli: Gino, Snoopy, Birillo, Kira, Milly, Luna, Minnie, Penelope, Bella e  Babù ^.^
Di tutte le persone che sono venute a vederli, un uomo solo mi ha fatto una  brutta    impressione. Ora ti racconto.
Per far sapere in giro che regalavo questi cuccioli, ho messo: un volantino nel negozio di agraria del paese, uno nel negozio di elettrodomestici, uno nell'ambulatorio del veterinario, e un cartello fuori del cancello di casa mia. E' una strada poco frequentata da auto, ma passano molte persone per far footing, bicicletta, cavallo, etc etc... Uno di questi era un giovane uomo, anche molto attraente direi... ehm... ma spesso le doti fisiche perdono ogni valore quando scopri che nel cervello c'è segatura.  " Buongiorno signora, potrei vedere i cagnolini? Sa, vorrei regalarne uno alla mia bambina". Lo faccio entrare, li vede, si intenerisce, ne sembra affascinato, e mi chiede se alle 2 del pomeriggio può portare la bambina per sceglierlo." Acconsento. Alle 2 puntualissimo arriva, con questa bambina davvero meravigliosa, proprio bella. Non so descrivere la gioia di quella piccola quando ha visto i cuccioli che giocavano sul prato. La felicità  stampata nel volto e nel cuore di un bambino è una visione meravigliosa. Davvero.
Non avevo nessun dubbio che la bimba puntasse subito gli occhi su Minnie. Minnie era la più piccolina della cucciolata, ma oltre ad essere molto carina aveva due occhietti che dispensavano tanta  dolcezza. " Babbo babbo, prendiamo questa,   voglio Minnie, voglio Minnie ti prego...!!! "  e lui... " Eh, ma prima dobbiamo chiedere ai nonni se la vogliono, non posso decidere da solo..."... Io, un pò confusa dalla sua affermazione, sorridendo  per sdrammatizzare  esclamo: " Eh, ma prima caso mai sarà la mamma che dovrà decidere se puoi portare a casa il cagnolino..."( ma subito dopo ho pensato: guardalo sto cretino, illude la piccola e non sa nemmeno se puo tenere il cane... ma questo è davvero un deficiente..."  Così, mentre la piccola stava giocando con i cuccioli,  l'ho chiamato da parte e gli ho chiesto spiegazioni. Mi racconta che è separato, è ritornato a vivere dai suoi genitori e voleva un cagnolino così la bimba sarebbe andata più volentieri da lui nei fine settimana. Non mi convince questa storia. Non è un comportamento di un bravo padre, penso. Non si può manipolare in questo modo il bene di un figlio, oltretutto illudendolo magari per niente e farlo anche soffrire, come avevo immaginato subito. Infatti, la piccola ad un certo punto esclama: " Babbo, ma se i nonni non vogliono Minnie, allora la porto a casa da mamma, sono sicura che lei la vuole, dai, ti prego, fammela portare da mamma, ti prego..." E lui, con un  tono alterato: " Cosaaa? Da tua madre la vuoi portareee? Scordatelo. Se vuoi vedere il cagnolino dovrai vederlo a casa mia, ma adesso non possiamo portarlo a casa perchè prima dobbiamo chiedere ai nonni." Io, a questo punto, mi sono avvicinata alla bimba, l'ho un attimo abbracciata, piano piano le ho sfilato dalle manine Minnie, poi...  con un pò di nodo in gola... ho cercato  di parare il culo a suo padre e le ho raccontato una bugia: " Sai, purtroppo ho scordato di dire al tuo papà che i cuccioli sono già tutti prenotati, anche Minnie. Mi scusi, vero? Non sei arrabbiata con me, vero? Lei mi guarda con quei due occhioni grandi, un pò lucidi perchè trattenevano le lacrime, e mi dice che non è arrabbiata con me. Mi avvicino a lui e tra i denti, che la piccola non senta,  gli intimo di andarsene. Abbraccio ancora la bambina, ed esco dal cancello con loro per togliere il cartello. Si. L'ho tolto. Così la bambina avrebbe creduto di più alla mia bugia. E poi non l'ho più rimesso. 

Vabbè Blog... avrei anche altro da raccontarti... ma mezz'ora è passata , anzi ho pure sforato di dieci minuti,ora  devo proprio risciacquare i capelli.
Ciao. 

Alla prossima mio tenero amico.
Tua Cristina

4 commenti:

  1. Pare strano, ma è stato scientificamente provato che io ho ragione ogni volta che non mi capita di avere torto.

    Son felice per i cuccioli ed hai fatto bene a non darne una ad un uomo che l'avrebbe usata come ricatto morale per la figlia.

    Una persona deve amare gli animali per meritare di allevarne uno.

    RispondiElimina
  2. Sai, ogni tanto penso ancora a quella bambina...
    Ciao Apprendista Nocchiero ^.^
    Buona notte. Sogni d'oro.

    RispondiElimina
  3. Forse quella povera bambina, più di altre, aveva bisogno dell'affetto di Minnie ... non so giudicare, come puoi mettere al mondo un figlio per poi usarlo per i tuoi giochi meschini, per i tuoi squallidi traffici che magari scambi per amore? Ma non parliamo di miserie ... mi fa piacere ritrovarti in splendida forma ... doccia, olio sui capelli, il lavoro che va bene (attenta a non strafare, la salute è più importante del successo), Sergio Cammariere e Gino Paoli ... decisamente questo è un angolo di paradiso e tu un cherubino del settimo cerchio :-)
    Buona Pasqua, un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, l'ho pensato mille volte anch'io. Se quell'emerita testa di pirla non mi avesse detto che la nonna della bambina era attaccata alla bombola di ossigeno, avrei fatto di tutto affinchè quella piccola si portasse a casa Minnie, ma non me la sono sentita di affidare anche l'impegno di un cagnolino ad una nonna che già ha i suoi problemi. Ho però sperato tanto che quell'imbecille tornasse a prendere Minnie...
      Penso che quella dolcissima bimba, porterà con se questo ricordo amaro per sempre... Lo dico con convinzione perchè lo so...
      Vabbè, comunque potrei davvero scrivere un racconto sull'affidamento dei miei cuccioli. E' stata una bella avventura, si, una bella esperienza davvero. Ogni Persona che è venuta a scegliersi il cucciolo aveva una storia da raccontarmi...Ognuno di loro aveva davvero bisogno di quel cucciolo...
      Si, è vero, sono in forma in questo periodo. Sono carica. Energica. Positiva. La salute non va sottovalutata, lo so, dovrò tenerne conto, oggi ad esempio ho un mal di stomaco micidiale. Spero di reggere a questi ritmi, dai.
      Eh, Cammariere e Paoli..., ma quanto bella e delicata è questa canzone, vero?
      Accidenti, angolo di paradiso, cherubino... guarda che poi mi monto la testa eh! :-))))
      Buona Pasqua anche a te amico caro. Un bacio e un abbraccio forte. Anzi, facciamo fortissimo, và.

      Elimina

Condividere Pensieri aiuta a Crescere. Grazie del tuo Pensiero.