Un pò di me...



(Immagine trovata nel blog di Klimt)


Non c'è nessuno dei miei post che non sia accompagnato da un'immagine.
Dai, lo so che sei curioso blog. Su, forza, chiedimi perchè ho  scelto questa immagine  per raccontare una spruzzatina di me?
Mah, forse caro blog, il motivo è più semplice di quello che immagini, credo sia una specie di... vorrei ma non posso, si, insomma, vorrei  avere un pò di questa donna. Ecco
Accidenti... hai visto che fascino!
Vabbè vabbè, comunque l'abitino rosso con il foulard legato in vita è quasi uguale al mio, e poi il rosso, lo sai, è il mio colore.
E che mi dici  degli orecchini pendenti? Non ti ricordano anche quelli un pò i miei?   E i capelli  raccolti dietro la nuca? Si, lo so, i miei sono più lunghi, ma in questo periodo li tengo raccolti proprio come i suoi. E quella posa? E quello sguardo perso nell'infinito che ha aspettato un momento di solitudine per far danzare i pensieri abbracciati stretti stretti alle emozioni? 
Dai. Dimmi che ho ragione. E dimmelo accidenti. Dimmi che una briciola di lei ce l'ho, accidenti a te.  Altrimenti che ci stai a fare qui. Uff.   ^.^
Vabbè dai. Comincio.  Questo pezzo parla un pò di me. Non è tutto, naturalmente. Sono dei flash, alcuni  catturati dal mio animo, altri dal mio modo di pensare e di vedere, altri da come sono e mi muovo nella realtà di tutti i giorni,  altri dai ricordi,... insomma qualcosa sono riuscita a buttare giù.
Bene.
Eccomi qui.



  

SONO: Cristina… anzi, per intero sono Cristina Emma.
Il secondo nome, Emma, l’ho ereditato da nonna e l'ho mal sopportato per molto e molto tempo, al punto di non permettere a nessuno di azzardarsi a chiamarmi con quel nome. Ma per fortuna la mente e l'anima ci da  la possibilità di vedere le cose anche sotto altre prospettive, e beh, si, insomma, ora posso dire che il nome Emma mi piace davvero tanto. Una bella storia quella mia e di nonna, se ne fossi capace la scriverei, credo ne uscirebbe un bel romanzo, tenero, forse commovente, ma anche a tratti duro e lacerante.
Io ero la sua prima nipote, e lei diceva sempre che, l'essere venuta alla luce  il suo stesso giorno è stato  un grande dono che il Signore  ha desiderato farle. Ecco, da lei ho ereditato la data di nascita, il secondo nome, ma la fede a quel Signore che lei amava così tanto proprio no.
Del nome Cristina invece,  devo assolutamente ringraziare il mio adorato Chioma d’Argento. Si. Mio padre. Se fosse stato per mia madre mi sarei dovuta chiamare Melania. Accidenti, a pensarci mi vengono i brividi,: " Piacere, Melania Chincopallina". Nooo,   un nome così brutto non l'avrei retto, vuoi mettere:" Piacere, Cristina Chincopallina", siiii è decisamente migliore ^.^.  Bravo il mio  Papi ^.^.

Come ho scritto nel mio profilo sono una persona Semplice. E vabbè, uffa, lo so che la faccio un po’ troppo lunga con sta Semplicità, però… il fatto è che  io  ne vado veramente fiera e costi quel che costi me la porto dietro ovunque, perché ... si... perchè  mi fa star bene , ma soprattutto mi fa sentire “pulita”,  e poi…diciamolo chiaramente, la Semplicità è di facile lettura per chiunque. Insomma, con lei vicino evito un po’ di ingarbugliamenti,  l’impatto con il prossimo e anche con me stessa è più diretto e  la Vita ha un sapore più genuino, ecco.  
Ok. Fin qui ci siamo.
 
Poi vediamo che altro potrei raccontare di me, dunque, si…. Sono una donna che è dovuta crescere in fretta… e …questo…  in passato  mi ha creato non pochi " disagi" nell'animo, ma ora, in tutta sincerità dico che … quei disagi hanno contribuito di gran lunga a farmi diventare la Persona che adesso sono, e perciò… non devo far altro che  ringraziarli. 

NELLA VITA CHI SONO?: Sono una persona abbastanza riservata, ma  comunque dai …un po’ di carte posso anche scoprirle.
Sposata  con Occhi  Azzurri, che qui nel blog chiamo il Musone. E’ stato un grande amore il nostro, una passione davvero travolgente. ma ahimè… ora è  piena di crepe. Che peccato! 


Sono diventata madre in giovanissima età  di due gemelli che amo all’infinito.
Io e i miei figli... siamo praticamente  cresciuti insieme. Non nego che è stata dura. Ma ne è valsa la pena. Loro sono in assoluto il Dono più prezioso che ho ricevuto dalla Vita e se tornassi indietro rifarei tutto ma proprio tutto da capo.  
   

Lavoro nel campo della grafica e della pubblicità. Sono una piccola (molto piccola) imprenditrice del nord est e  svolgo la mia professione con  vera passione, perché è un lavoro assai stimolante,  creativo, insomma non ci si annoia mai.  In azienda sono una forza della natura, grintosa, instancabile e dinamica.
Il momento che stiamo attraversando purtroppo non è dei migliori, la crisi ha preso di mira anche noi, e mi sto davvero arrampicando sugli specchi per tenere in piedi l'azienda  che, seppur piccola,  fa vivere dignitosamente  13  famiglie, ma in certi momenti... temo davvero di non farcela e questa terribile sensazione mi sta devastando l'animo, al punto che, mi sopraggiungono  sempre più frequentemente attacchi di mancanza di respiro che mi stanno preoccupando non poco, soprattutto perchè, oltre al gran disagio che mi crea questa cosa, percepisco che sta tentando di  mettere dei paletti nella mia  Vita, sicchè, dovrò fare in modo di liberarmi di questa "cosa" il prima possibile. Un discreto risultato lo sto già ottenendo praticando lo yoga. Speriamo bene. Io sono fiduciosa che tutto si risolverà per il meglio.


Il mio socio e le dodici persone che lavorano con me, mi hanno appiccicato un soprannome (bonario, dicono loro,…tsè!) che non mi garba proprio ma proprio per nulla: mi chiamano il rottweiler. Vabbè, pazienza, vuol dire che non hanno capito un accidente di me. Si, lo so, a volte sono troppo diretta, essere diplomatica non è il mio forte e per questo posso risultare antipatica.  E  comunque è sempre meglio di essere una  pappa molla svampita, o un’ oca del campidoglio, o  una mielosa gne gne, o un cervello piccolo, o un' arrogante ipocrita, o una volta gabbana,  o… e vabbè  chi più ne ha più ne metta.   Rotttweiler  a me, razza di antipatici. Ingrati.  Grrrrrrrrrr   Uffyyyyy… non sono un rottweilwerrrrrrrrrr, accidenti, non lo sono,… dunque… vediamo… potrei essere  un pincher  visto il caratterino a volte focoso, ma un rottweiler no no nooooo. NON –CI – STO.

FREQUENTO: non tantissimi amici, pochi ma buoni, come si suol dire,   (credo lo si capisca anche da qui, si, certo, anche nel web non amo buttarmi in mezzo alla mischia ed essere con chiunque e da per tutto),  e per metà di loro di razze e culture diverse.


EVITO: i viscidi, gli arroganti, i bugiardi, i lecca culo, quelli che non mi guardano negli occhi quando mi parlano, i pranzi o le cene di lavoro, le palestre, gli sms, le riunioni in casa di amiche per comperare detersivi o creme per il viso , mia cognata perché è una donna petulante e sempre scontenta di tutto, i luoghi superaffollati perché mi mettono il panico, il signor Cesare, un ottantacinquenne che probabilmente prende qualche pasticca di Viagra e quando mi vede mi fa qualche avance di troppo..(si.. insomma… è  il classico vecchio spurcacciun).


AMO: I miei figli. Li amo tanto. Si, davvero tanto tanto… Li amo all’infinito. Ma l’ ho già detto prima. Amo  la mia campagna... non potrei più vivere lontano da lei. Si. Non potrei più.
E  poi la Vita. Amo tanto anche lei . Con tutte le sue sfumature. Alte e basse che siano.


RESTO INDIFFERENTE: davanti al lusso, alle faziosità…

DETESTO: la volgarità, la maleducazione, la menzogna, l’arroganza, l’indifferenza, la pellicina che a volte si forma sul latte ( bleahhh mi fa schifo),  le uova sode, la nebbia, le compagnie telefoniche che almeno quattro cinque volte al giorno rompono le scatole per proporti un nuovo contratto, i pettegolezzi e tutto ciò che può ferire l’animo di una persona, le mezze parole.. si insomma… le cose dette e non dette studiate apposta per creare disagio a qualcuno e soprattutto per farlo stare male, chi  non ha rispetto del territorio in cui vive, ad esempio: se io vedo che qualcuno getta una lattina per terra, io gli corro dietro, gli dico in faccia quello che penso e gliela faccio tirare su. Non riesco a trovare nessuna motivazione plausibile per cui un essere umano non debba aver rispetto del territorio. Noi italiani siamo sempre pronti a lamentarci di tutto, ma in quanto alle regole da rispettare.. meno lo facciamo più furbi ci sentiamo…, è questo che non mi va giù. Se non siamo noi per primi a cambiare, in questo dannato paese non cambierà mai nulla. Ufff.

MI RILASSA: la mia campagna… si, davvero tanto, lei fa anche parte delle cose che amo; prendere i cani e percorrere con loro le stradine del luogo in cui vivo; trascorrere qualche ora in libreria; camminare in riva al mare (appena posso, che sia caldo o che dia freddo non perdo occasione di correre da lui);  una pedalata in bicicletta lungo l’argine; dedicare qualche ritaglio di tempo alla cura del mio mio corpo; leggere, scrivere ..per conoscermi… per ascoltarmi…; collegarmi in internet e entrare in punta di piedi.. senza far rumore... nei blog che mi fanno respirare  emozioni; ascoltare musica( lei è la mia grande passione) , preparare gli  unici due dolci che so fare: la torta con gli amaretti e le noci ( giuro che è una delizia) e un dolce con panna, fragole e cioccolato che mi sono inventata e che oltre ad essere paradisiaco è facilissimo da preparare e mi fa fare un figurone con gli ospiti, e non è cosa da poco,  visto che in tutto il resto che riguarda l’arte culinaria sono un disastro;  passeggiare per le piazze della mia città con mia cugina Lucia e raccontarci di tutto e di più; dedicarmi alle piante del giardino; coccolare i miei mici e i miei cani; farmi coccolare  dai miei mici e dai miei cani (nessuno sa coccolarmi meglio di loro, ma daltra parte gli animali non hanno mezze misure: o ti amano o ti odiano,  a me per fortuna  mi amano ^.^); ricavarmi qualche momento di solitaria solitudine…

MI INNERVOSISCE: stare in coda negli uffici pubblici o quando sono per strada, in una tangenziale ad esempio, dove non posso svoltare per ritornare indietro (divento isterica… e… mi viene il panico); subire interminabili minuti d' attesa dopo aver digitato al telefono un numero verde di un ente pubblico ascoltando odiose voci che ti elencano una sfilza di servizi  ai quali non riuscirò mai ad accedere; ricevere risposte inconcludenti dopo aver aspettato impazientemente per lunghi minuti ; ascoltare notizie senza senso nei tg di stato; Berlusconi ( accidenti se mi innervosisce!); Grillo (accidenti se mi innervosice pure lui!); chi la fa lunga quando deve raccontarmi qualcosa (e vieni al dunque  uffa… ecchepalle); chi mi dice: “ mi dispiace ma non ce l’ho fatta a chiamarti”; chi mi da ordini senza chiedere per piacere; chi usa il cellulare personale nel posto di lavoro per messaggiare; chi si collega ad internet per cazzeggiare su Fb o altro durante l’orario di lavoro (credo che, se dovessi beccare uno dei miei collaboratori lo licenzierei in tronco),  portare via del tempo al proprio lavoro equivale unicamente a danneggiarlo, è un male che si fa non solo all’azienda ma anche a se stessi);  chi mi si avvicina con la sigaretta in bocca, (sono maleducati all’infinito); chi non permette all'altro di terminare un discorso e gli parla sopra ( come fanno spesso nostri politici quando vanno in tv,  arroganti, insopportabili e maleducati  all'infinito pure loro...).

 ADORO: svegliarmi di primo mattino quando in casa sono ancora tutti a letto e fare colazione da sola in assoluto silenzio, è stupendo iniziare la giornata con quei quindici venti minuti di Silenzio, si... è stupendo; andare per mercatini alla ricerca di cose strane, particolari...; collezionare cartoline con le immagini di asini... si si  proprio gli asini, qualsiasi persona che mi conosce sa che quando va in giro per l'Italia o per il mondo deve assolutamente portarmi a casa un asinello in cartolina;  il cioccolato fondente; fare l’amore; mia zia Maria; il mio Sogno…; conoscere posti nuovi; ascoltare; imparare sempre qualcosa di nuovo... ho... sempre fame di imparare...e l'ascolto è un'ottima scuola; ballare la salsa; il colore dei miei capelli; (e vabbè … sono tinti, ma è un rosso  incantevole), l’odore del primo caffè del mattino; avere le mani sempre in ordine;  le due spruzzatine di profumo che metto al mattino; fare yoga;  mia nipote Sofia (è la figlia di mio fratello, insieme condividiamo molte cose, pure lo yoga, ci assomigliamo tanto, anche fisicamente, è... come una figlia per me, la figlia femmina che non ho mai avuto...si... forse è così),  e poi chissà quante altre cose ancora adoro: farmi rapire da un tramonto; ingozzarmi di gelato al  pistacchio e liquirizia; ricevere un abbraccio; abbracciare; ridere a crepapelle da farmi venire le lacrime; parlare ai miei alberi, al miei fiori, alle mie piante...; vivere in campagna...si... adoro proprio vivere qui, nella mia campagna...ma l'ho già detto prima accidenti, uffa mi ripeto sempre.


MI VESTO: Embè, qui caro blog mi ci vorrebbero dieci pagine.  A casa mia c’è un armadio a 6 ante: 5 e mezzo tutte per me, completamente stracolme, e mezza  anta per il Musone.
Insomma,l'abbigliamento è  la mia debolezza, il mio cedere, il mio cadere in tentazioni. Accidenti. E' proprio così.  Io non dovrei mai trovarmi nei paraggi di un negozio d'abbigliamento, che sia di capi casual o eleganti, perchè qualcosa di quel negozio quasi sicuramente troverà uno spazietto nel mio armadio.   E vabbè, ognuno ha i suoi scheletri nascosti, uffy.  A volte penso che, se non avessi lavorato nel campo della grafica e della pubblicità sicuramente sarebbe stato in quello dell’abbigliamento. Ma faccio ancora in tempo, eh!  Mai dire mai.^.^



( La Cri )




07.12.2014

Siorri e Siorre ecco a voi tutto ciò che si deve sapere della donna Sagittario, ehm..
L'ho scovato qui nel web e come descrizione, beh, diciamo che è abbastanza azzeccata.

Si si, vabbè, lo so che queste cose lasciano il tempo che trovano, ma a me, di tanto in tanto piace trovare un minuscolo angolino anche per queste leggerezze, e  comunque visto che sono una donna Sagittario e che fra tre giorni è il mio complenno, io, che piaccia o no, lo posto proprio qui, nella pagina di Un pò di me ^.^



LA DONNA SAGITTARIO
Ha un'invidiabile capacità di riempire la vita, sua e degli altri, con entusiasmo costantemente rinnovati, con i più svariati interessi e con situazioni stimolanti.
Difficilmente si concede depressioni o stati d'animo negativi: è una donna che vive saldamente piantata nella realtà, pur essendo una idealista e oltre tutto non ha tempo per le paturnie, impegnata com'è a svolgere compiti gravosi e a occuparsi di mille cose, dalle più divertenti a quelle socialmente importanti.
Organizzatrice nata, ma senza pignolerie e nervosismi, ha uno stile sintetico, essenziale, che la rende molto efficiente sul lavoro e nella gestione del ménage.
La sua femminilità, esenta da civetterie, si manifesta nella sua immagine di donna sanamente sportiva, che detesta i fronzoli e si trova a suo agio in un look molto casual e sobrio.
Pur essendo molto aperta alle comprensioni e attenta a soddisfare le esigenze o le richieste di chi ha vicino tiene moltissimo alla sua libertà.
Guai poi a sottovalutare tutto ciò che l'appassiona, perché si sentirebbe offesa, così come non tollera critiche sul suo lavoro, i suoi atteggiamenti o le sue amicizie.
Non è una donna che si lascia particolarmente influenzare dalle opinioni altrui: ha le sue idee, le sue certezze e non conosce l'assillo mentale del dubbio.
Quando si innamora, i sentimenti sono intensi e gioiosi, non inquinati da incertezze o sospetti.
In genere adora il partner, lo colloca al centro del mondo ma non si sottomette perché imposta il rapporto su basi paritarie.
Calda e sensuale, è una donna esigente, attenta a mantenere viva l'atmosfera nel rapporto a due.
Bisogna tuttavia essere all'altezza delle sue aspettative e non opprimerla con una gelosia suscitata dal suo comportamento disinvolto, perché la sua lealtà è fuori discussione
Se ha figli è una madre eccellente, a volte un po' troppo impositiva, anche se a fin di bene e se "pecca" un po' di invadenza.

8 commenti:

  1. Che dire, mi ha fatto davvero sorridere il sapere che occupi quasi tutti gli armadi per i tuoi abiti, anch'io mi ritrovo 1/2 anta per me, ma è il bello della vita. La quotidianità è già pesante e cosa c'è di più bello e leggero per un uomo vedere la propria compagna con un aspetto sempre diverso, un segno di allegria, di leggera follia, di dolcezza e sottile complicità.
    ciao Sulf

    RispondiElimina
  2. Sorrido anch'io al pensiero che allora anche tu, come il Musone, nonostante ti sia concessa solo mezza anta, ti dovrai sorbire più di qualche volta la famosa frase:" Non ho niente da mettermi ^.^" .

    Sulf, che bello trovarti qui, si... insomma... in questo post voglio dire.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  3. si è proprio così... una piacevole litania che ti porta l'alba nel cuore
    ciao, un dolce abbraccio
    Paolo

    RispondiElimina
  4. Secondo me tuo marito non capisce un ... tubo. Un sorriso

    RispondiElimina
  5. Trovare un sorriso in questo post mi rende felice.
    Grazie Massimo. Un sorriso anche a te.
    Ciao.
    Cri

    RispondiElimina
  6. ciao, perchè hai tolto il video che ti ritrae? buonanotte Cri.

    RispondiElimina
  7. Ciao Massimo, l'hai visto? L'avevo postato piccolino piccolino ^.^
    Si, l'ho tolto perchè in quel video non ci sono solo io, è un breve concentrato della mia vita, della mia realtà, ci sono i miei figli, mia nipote Sofia, il Musone, le mie amiche,Enrico un mio amico di Napoli, e forse altro. Insomma, potrebbero non approvare, tra l'altro nessuno di loro sa che ho questo angolino del web dove a volte mi rifugio per depositare alcuni Attimi della mia Vita. Insomma... ho pensato che era meglio toglierlo.
    Ciao. Ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  8. Certo, hai agito per il meglio riguardo a chi ti circondava, dispiace solo il non vederti.Comunque il musone l' ho riconosciuto subito, ahahahah ...Tante cose belle per te.

    RispondiElimina

Condividere Pensieri aiuta a Crescere. Grazie del tuo Pensiero.