sabato 12 novembre 2011





,
se è uno scherzo quello che ci stai facendo, lasciami dire che è decisamente uno scherzo di cattivo gusto.

A te, magari parrà impossibile che mi dispiaccia così tanto rinunciare a questo angolino, di cose ben peggiori ce ne sono nella Vita, specialmente di questi tempi. E qui ti do ragione. Certo. Certo.
Hai perfettamente ragione.
Si.
Ma vedi… io… a questo angolo mi ci sono veramente affezionata. 

E’… totalmente mio. Capisci?
Si chiama Cristina quest’angolo? Capisci?
Parla come Cristina, ride come Cristina, si incazza come Cristina, piange come Cristina, si Emoziona come Cristina….certo… si Emoziona come la sua Cristina… Ha un cuore che batte, quest’angolo, lo vuoi capire si o no?
Ora, tu Splinder mi dirai: ma che cavolo vuoi  da me Senora Nair? 

In questi sei anni non hai fatto altro che  scassarci con le tue paturnie, se proprio hai così tanto bisogno di continuare a paturniare  e  vai a paturniare da un’altra parte perdiamine, qui  le tue stronzate ci hanno fatto comodo per  tutto questo tempo, ma adesso non ce ne può fregar di meno, insomma, non ti vogliamo più. Capito tu hai?

Ed io ti rispondo Splinder.
Si.

Ti rispondo.
Sia ben chiaro, caro stronzaccio,  che le mie, non erano paturnie.
Erano Attimi.
Si.
Semplici Attimi.
Attimi che avevo la necessità di  proteggere da una realtà  spesso superficiale, spesso indifferente. 
E avevo scelto te per fare questo.
Si. Te.
Tra i tanti Tizio, Caio e Sempronio, io, avevo scelto te, Splinder.

Ed ora tu mi spazzi via, a quanto sembra senza nemmeno avvertirmi.
Che devo fare? Devo applaudire alla tua presuntuosa arroganza?
No.
Certo che no.
Sai cosa pensavo adesso mentre sto scrivendo queste mie ultime stronzate? 

Pensavo che in fondo, tu non mi meriti Splinder. Si dice così vero quando ci si lascia?
Perciò, ciao.
Da brava sempliciotta, ti dico solo ciao. E pure fanculo ti dico. Tiè.
Ma no, ma no … non posso lasciarti  così con un semplice ciao.
Io, Splinder… ti dico anche grazie. 
Guarda che… te lo dico col cuore, perciò tienilo caro.
Si. Grazie di aver permesso alla mia anima di  specchiarsi, facendo si che io la potessi osservare più da vicino, cogliendone ogni sfumatura.
Si. Grazie a nome di tutti gli Attimi che mi hai permesso di custodire, dai quali  ho potuto respirare quella particolare intimità  che mi ha maturato l’animo e lo ha reso assolutamente  più  limpido e perché no, molte volte anche più felice.
Grazie perchè mi hai permesso di gestire la Malinconia splendidamente, l'hai come... protetta dal freddo che lei generalmente tende a sentire, a volte... hai fatto si che io l'amassi.

Si. Grazie perché  per merito tuo, Persone Speciali  mi hanno presa per mano,  lasciando impronte incancellabili nel mio Cuore. 
Vorrei gridare a Loro: non perdiamoci di vista … non perdiamoci di vista…, anche se le vostre  impronte avranno sempre cura di me…. Vi prego… non perdiamoci di vista.

Splinder,  accidenti a te, quel semplice Grazie, si fa ora commosso...
Vedi? Vedi cosa riesci a fare?  Ero infuriata all'inizio, ed ora invece... .

Alla piccola cerchia di Impronte che hanno condiviso i miei Attimi, dico che
non so se sarò in grado di trasportare Ad un Passo dai Sogni in un’altra piattaforma.
Ho creato uno dominio in Blogspot, ma non è che mi entusiasmi molto, penso che lo cancellerò.

E’ qui che io mi sento a casa.  Non riesco ad immaginarne un'altra.  Non sono una zingara, io.  Ho bisogno di radici. 

Per mezzo di Blue e anche di Ardovig sono arrivata a questo blog 
http://curiosidelmare.splinder.com/, che spiega in maniera abbastanza  comprensibile per me, come trasportare il blog in un’altra piattaforma.

Io però... non so ancora che fare. Davvero. Non lo so.

Si, con il pc smanetto un pò, ma non credo di essere in grado di fare correttamente un' eventuale trasbordo, insomma... combinerei sicuramente un macello.

Non so  più nemmeno se ho la voglia di farlo…

Nella vita, prima o poi tutto finisce…

Però… qualche pennellata del mio Rosso,  custoditela se potete  in un angolino anche strimizzito del vostro Cuore.
Un  bacio e un forte abbraccio a tutti voi.
Vi  voglio bene.

Cristina
 


(Splinder, ma sei proprio sicuro che puoi fare a meno di me?… Ehm…
Vabbè, ci ho provato. Ufff.)

1 commento:

  1. Cristina...ho amato ogni tuo ..Attimo..se vuoi chiamarlo cosi'..e se accadra' davvero che questo luogo chiudera' sai che ci siamo, sempre.

    Non ho ben capito i motivi della chiusura sinceramente..

    Ti abbraccio.
    ariadeimari

    #2 26 Novembre 2011 - 11:04


    Splendida Segnora, carissima Cristina, sei stata proprio brava a dirlo.
    Ma saremo tonti? Anche a me il pensiero di non avere il mio blog sulla rete mi dà una bruttissima sensazione di perdita.

    Però....i contenuti possiamo salvarli e magari trasferirli a tempo debito. Le persone...si inventa qualcosa. Un Circolo su Twister? Una Associazione Orfani di Splinder ( AOS ) su Facebook...

    Per intanto, magnifica Senora, si consideri baciata...

    ilvecchiodellamontagna

    RispondiElimina

Condividere Pensieri aiuta a Crescere. Grazie del tuo Pensiero.