mercoledì 28 dicembre 2022


 

Caro Blog,
mi sa tanto che dovrò riprenderti per mano. 
Stasera sono passata a rileggerti di qua e di là e non ti ho trovato poi così male. 
Non so, ho come la sensazione che mai come in questo tratto di vita  potrei  davvero avere bisogno di te. Tutti i miei silenzi potrebbero trasformarsi in parole. Magari gettate qui per fare un pò di spazio al mio animo fortemente maltrattato.
Il Natale senza Occhi Azzurri è stato ... di una tristezza vorrei dire devastante, ma sono ugualmente riuscita a riunire le nostre famiglie  come tutti gli anni e trascorrerlo nella nostra dimora. Il suo posto era vuoto... ma io lo sentivo con me, con noi. I nostri cuori erano pieni di Lui. Il mio cuore era strapieno di Lui.
Sai cosa mi salva? Mi salva questa incredibile  forza che sento in me, che non so da dove arrivi, non so se ce l'ho sempre avuta, ma mi fa andare avanti senza paura.  E' come se mi fidassi di me. Si si certo, stupisce anche me questa affermazione, ma è così. Che sia Occhi Azzurri che mi trasmette questa forza?  Io ho pensato che potrebbe anche essere l'Amore. Perchè vedi, io, anche quando sono a pezzi riesco comunque ad amare.
Vabbè, notte blog. 
Cerchèrò di non essere troppo piagnuccolosa, te lo prometto, si insomma ci proverò, tu non darlo per scontato però, eh!


4 commenti:

  1. Ciao Cris, ho letto con attenzione questo tuo delicato scrivere, non ho dubbi, la tua forza è di sicuro amore, un amore profondo, sentito, che travalica la vita terrena. Questo tuo amare incondizionato ti aiuterà con il tempo a superare questo periodo difficile. Ti auguro di cuore dopo tanta tempesta di trovare serenità.
    Ciao un abbraccio.
    Paolo

    RispondiElimina
  2. Ciao Paolo, scusa se rispondo con ritardo a questo tuo caldo e confortante commento che solo un vero Amico sa trasmettere.
    In questi ultimi giorni ho perso anche mia mamma, con Lei ero preparata, ma ti assicuro che aggiungere dolore all'ancora devastante dolore precedente è una dura prova per l'animo. Davvero.
    Forse questo tratto di Vita deve andare così. Forse era già scritto da qualche parte, non so. Stamattina, quando mi sono svegliata, il primo pensiero è stato:" Che vuoi ancora Vita da me? Non ti basta? Mi dai una tregua? ". Vedremo che risponderà. Nel frattempo, questa piccoletta poca ciccia e tutta capelli va avanti. Si. Incredibile. Non si ferma. Soffre ma va avanti, accompagnata da quella forza che si... è proprio amore, Paolo.
    Paolo, ti abbraccio forte.
    Ciao.

    RispondiElimina

[...Comunicare è facile, facile come pensare, quando ci si vuole capire e ci si lascia andare....]
Vasco Rossi