giovedì 25 agosto 2016



E' che...
quando  l'Aria è intasata da troppo Dolore, 
io ... sbatto la porta in faccia alle parole,
e mi isolo dentro le grida silenziose del mio animo.
All'improvviso, tutto mi sembra inutile. 
Tutto, si. Anche tu blog.
Si. Certo.
Anche tu.



11 commenti:

  1. uè uè, embè?
    ... e sono talmente incazzato che ho rubacchiato del tuo "dolore" mezzo pensiero, l'altro mezzo te l' ho lasciato, come un mezzo bicchiere di vino, da sorseggiare ... la terra è sotto i piedi di tutti e anch' io, spesso, me la sono "vista brutta" ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. " la terra è sotto i piedi di tutti", si, hai ragione, comanda lei, e fa qual che gli pare.
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Il dolore che si riesca a sopportare è differente per ognuno di noi. Superata quella soglia, la mente trascende la realtà e tutto diviene velato e relativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Velato e relativo perchè la Vita deve andare avanti lo stesso, ma chi lo sta vivendo in prima persona... non avrà mai la ferita rimarginata.

      Elimina
    2. Certe ferite non si chiudono. Semplicemente si impara a conviverci

      Elimina
  3. La vita non è particolarmente tenera con te in questo periodo, mi pare, a volte sembra proprio che i dolori si succedano uno dietro l'altro lasciandoci disorientati e con una sensazione di impotenza, oppure pare che nessuno voglia tener conto di ciò che vogliamo noi, e questo ci ferisce. Dare un calcio a tutto o attendere il momento giusto per riproporci? Noi testardi sappiamo cogliere sempre il momento per riproporci e se non dovesse presentarsi ce lo inventiamo ... ah, sappiamo anche che prima o poi la spunteremo! ;-) Le ferite si rimarginano? In qualche modo si ma rimangono le cicatrici. Ci dobbiamo convivere? Invece di prenderle come una condanna potremmo trasformarle in insegnamento; gli antichi greci credevano che il dolore e la bellezza forgiassero gli uomini liberi.
    Le note di questo notturno mi danno il tono della tua malinconia.
    Buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qui. Davanti a questo schermo. Come una pampe. Vorrei dirti. Ma hai gia detto tu.
      Si. Chopin accarezza la mia malinconia.
      Buona notte, Garbo.

      Elimina
  4. P.S. Dimenticavo: https://www.youtube.com/watch?v=yRAi4DCVeE8#t=30

    RispondiElimina
  5. E' del tuo omonimo :-)
    Sarai mica tu, eh ? ^.^
    La sto ascoltando.
    Grazie.

    RispondiElimina
  6. Un abbraccio Nair. Solo un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  7. Grazie, Nina. Me lo prendo tutto. E lo ricambio con gioia.

    RispondiElimina

Condividere Pensieri aiuta a Crescere. Grazie del tuo Pensiero.