domenica 9 dicembre 2018

SONO (di Tiziana Curcio)



Sono fatta di cose nascoste.
Sono fatta di cose che non mi piace mostrare subito,
mi piace tenerle per me e conservarle per quando sento,
per quando riesco a sentire che, sì,
ne vale la pena di mostrarle.
Sono fatta di cose nascoste.
Mi piace sussurrarle a bassa voce,
silenziosamente.
Come la dolcezza. E’ estrema.
E’ celata nelle parole, negli occhi, nei sorrisi.
E’ dentro, nei sogni.
Tace, è radicata dentro.
E’ custodita gelosamente.
Chi smuove la corazza, la mia corazza
fatta di cemento, di dura fragilità,
mi fa tremare.
Tocca la mia sensibilità,
posa una mano sul cuore.
Sono fatta di cose nascoste,
e ogni piccola cosa mi emoziona.
Non mostro facilmente la dolcezza,
ma ne scrivo, ne parlo.
E’ scritta sulle mani, sulle lacrime,
su un abbraccio.
E’ tutta lì.
Sono fatta di cose nascoste.
Come la luna, alla notte.
Mi mostro un po’ alla volta.
Mi nascondo.
Poi, (ri)splendo…
(Tiziana Curcio)

23 commenti:

  1. Ciao bentornata! Bella la poesia, fa riflettere e aiuta a capire certi stati d'animo.
    Un salutone e un abbraccio

    RispondiElimina
  2. È' molto bella. Davvero. L'ho sentita molto vicina.
    Ho provato a ricominciare con questa poesia. Ho ricominciato molte volte nella mia vita. Ci proverò anche con il blog.
    Ciao caro Accade. Un abbraccio anche a te 😘

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio del dono che fai con parole sincere forti e molto belle. Buon inizio di settimana
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, sono parole sincere di un'anima che sta provando a "spogliarsi" forse perché stanca di nascondersi.
      Ciao Maurizio. Un sorriso.

      Elimina
  4. E' una poesia che ti somiglia molto ... potresti averla scritta tu ... o potrebbe essere stata lei a scrivere te.
    Ciao

    RispondiElimina
  5. È' vero. Mi somiglia.
    Buonanotte Garbo.

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima, passo per farti gli auguri di buon natale. Passatela bene.
    Un salutone

    RispondiElimina
  7. Grazie caro Accade. Buon Natale anche a te.
    Non è un bel momento per me. Il mio Natale contiene tristezza e preoccupazione. Lo trascorrerò dentro una stanza di ospedale insieme a mio marito che è ricoverato già da 15 giorni.
    Ti lascio un forte abbraccio.
    Cristina

    RispondiElimina
  8. Cara Cristina, ero passato ad augurarti giorni felici, e sono rimasto di ghiaccio di fronte a queste ultime tue righe. Spero per tuo marito e per te tutto il bene possibile e che questo che state passando adesso insieme sia fra poco soltanto un brutto ricordo, per fortuna superato.
    Un abbraccio molto forte.

    RispondiElimina
  9. Ne avrei bisogno sai di giorni felici. Davvero. Mi spetterebbero di diritto.Si. Giuro. Ma la Vita non sente ragione, non me li concede. Devo starle davvero tanto sulle palle. Chissà perchè poi. Io l'ho sempre amata, adorata, rispettata, ma lei se n'è sempre fregata altamente.
    Mio marito è ancora in ospedale e ne avrà per molto, sperando che poi diventi un brutto ricordo, ma ancora non si sa...
    Ciao Garbo. Ti abbraccio anch'io molto forte.

    RispondiElimina
  10. Ciao Cris, anche io ero passato, viandante dell'amicizia, per lasciarti un fronzolo d'augurio. Pensavo di trovarti intenta ad aggiungere un qualche nuovo "Io ...." o a passeggiare nel colorato campo dei tuoi pensieri papaveri. Speravo di trovarti in salotto con Velvet ed Emy e i loro tacchi 22 e invece ... ancora una volta nella battaglia. Mi spiace per "il Musone" e per te e il mio augurio, un po intristito, si fa ancora più forte e sincero. C'è ancora qualcuno che crede nella potenza degli Auguri veri, io fra questi. Tornerò presto per raccogliere buone notizie fresche. Un forte abbraccio
    Stefano

    RispondiElimina
  11. Se posso esserti utile in qualcosa da Firenze, scrivimi una mail, sarei felice di darti aiuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è davvero una bella sorpresa, si. Passano gli anni, in molti ci si perde per strada, ma qualcuno rimane. Lasciati abbracciare forte, Stefano. I miei "Io..." si, li ricordi ancora, vero? Iniziavano così: "Io ho scoperto quanto i piccoli attimi rendano intensa la felicità"... e via di seguito. Non riesco più a "incontrare" degli Io in me, se non forse:" Io sto esaurendo la forza del mio animo, ne è rimasta poca scorta ormai..."
      Sai, a volte mi manca Velvet Morning, e anche la signorina Emy, erano due peperini con una buona dose di simpatia, vero? Mi manca quel gruppo, a volte li penso ancora con nostalgia. Li ho persi di vista tutti.
      Nair è una signora spesso malinconica e con una Vita da gestire molto pesante. Molto. Si. Nair è sempre più stanca, e in questi giorni piange molto. Troppo direi. Non è da lei che ha sempre pianto poco in vita sua.
      Il Musone è sempre li. Le notizie che mi danno i medici non sono per niente leggere. Sto aspettando domani per sentire gli esiti dell'ultima tac che gli hanno fatto sabato.
      Anch'io credo nella potenza degli Auguri, sono una manciata di "calore umano" che arriva spesse volte quando se ne ha bisogno.
      Tu auguro un Anno Sereno e migliaia di piccoli attimi che ti rendano felice.
      Ti abbraccio ancora forte.
      Ciao.
      Cristina

      Elimina
  12. Ciao carissima. Un salutone e BUON ANNO migliore di quello che sta per finire con tante cose positive per te e tuoi cari.
    Alla prossima

    RispondiElimina
  13. Ciao caro Accade,
    Buon Anno di cuore anche a te e ai tuoi affetti.
    Un abbraccio.
    Cristina

    RispondiElimina
  14. Vorrei inviarti anch'io i miei più cari auguri e un grande in bocca al lupo per tutto! ho sempre letto con piacere ed empatia i tuoi scritti...un abbraccio!
    Fiordaliso

    RispondiElimina
  15. Ti ringrazio cara Fiordaliso, e ricambio di cuore gli auguri.
    Un grande abbraccio.
    Cristina

    RispondiElimina
  16. Tutto bene?
    Sono passato per un saluto.

    RispondiElimina
  17. Che bello. Trovarti qui per un saluto, voglio dire. Un saluto, qui, in questo oceano di parole scritte da noi volti nascosti, è una conferma che la nostra Luce è davvero speciale, perchè riesce a portare calore umano con una semplice tastiera. Grazie. Del saluto. Io ci metto anche un abbraccio. Perchè ne ho bisogno. Davvero.
    Il Musone è stato dimesso dall'ospedale ieri. Ma non va bene, no. E' una cosa lunga, seria, grave, e ancora non si sa se guarirà. Io... sono stremata. Si. Forse è il termine più giusto per descrivermi in questo tratto di vita.
    L'ho sempre amata così tanto la Vita, eppure lei non mi da tregua. Mi maltratta. Mi calpesta. Non vuole vedermi felice. Serena. Ma che cazzo le avrò fatto per starle così tanto sulle palle. E' una maledetta e schifosa stronza.
    Scusa. A volte ho bisogno di sfogarmi. E sparo parole inutili. Che non servono a niente.
    Ciao. Ti abbraccio ancora.
    Buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace, Cristina, so cosa si prova quando siamo preoccupati per la salute di qualche persona cara, quando le notizie sulle sue condizioni sono altalenanti, quando tutto, anche le sue cure, ricadono su di te, aggiungendosi semplicemente ad un carico emotivo e fisico già gravoso di per sé.
      Voglio regalarti un aneddoto poco noto, tutti sanno che nella mitologia greca Pandora ricopre il ruolo di causa di tutti i mali che affliggono gli umani, ci è noto che Zeus in persona le affidò un otre che conteneva tutti i mali dell’universo, raccomandandole di non aprirlo per nessuna ragione, ma non dicendole cosa contenesse e che lei , vinta dalla curiosità aprì e da allora i mali affliggono l’umanità.
      Ora, messo da parte il noto maschilismo degli antichi greci, che fanno derivare ogni male dell’umanità dalla sventatezza di una donna (così come gli antichi ebrei lo facevano derivare da Eva e dalle lusinghe del serpente), anche perché io considero la curiosità il presupposto dell’intelligenza, in pochi sanno che quando tutti i mali che affliggono l’umanità si affrettarono a fuggire dall’otre e a disperdersi nel mondo, in fondo a quel recipiente rimase un uccellino colorato che Pandora riuscì a catturare prima che potesse sfuggirgli anche quello … si trattava della speranza, l’unica consolazione che rimane all’uomo.
      Ed è ciò che spero e ti auguro che anche tu abbia conservato, perché la “vita” si accanisce prima o poi con ciascuno di noi, ognuno è chiamato a superare la sua notte buia e la sua tempesta, e può accadere di ritrovarsi da soli a farlo, la speranza per molti è l’unica luce che rimane e che ti da la forza di resistere.
      Un abbraccio caloroso.

      Elimina
    2. Che la Speranza sia raffigurata da un Uccellino Colorato è davvero magnifico. Sai, voglio immaginarlo di tanti tanti tanti davvero tanti colori. Si.
      Grazie di queste parole.
      Ciao. Un abbraccio forte.

      Elimina
  18. Sono passato qui, avrei voluto lasciarti la dolcezza di un fiore, il calore di una carezza, strapparti un tenero sorriso, ma so che nulla posso fare se non incoraggiarti a resistere a questo tuo periodo avverso.
    Un sincero abbraccio, ciao Sulf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è vero che nulla puoi fare. Il tuo abbraccio sincero fa tanto. Davvero.
      Ti abbraccio anch'io.
      Buonanotte Sulf.

      Elimina

[...che dell'Amore non si butta niente...]
Francesco de Gregori