mercoledì 24 gennaio 2018



Tra cinque ore circa, minuto più, minuto meno, sarai così anche tu, cara Cri.
Oddio... uguale uguale a lei no, questo è poco ma sicuro, si insomma, ci sarebbe da lavorarci su un bel po' per raggiungere la sua bellezza, ma il taglio di capelli, quello si. Sarà così. Ormai hai deciso. Almeno spero. Si, insomma, spero che quando la forbice della Lory comincia a tagliare la lunga chioma non ti venga il panico. E' un po' difficile rinunciare a lei, alla lunga chioma intendo. Lo so. A me lo dici? Lei... c'è praticamente da sempre.
Beh, che è quella faccia?
Dai dai dai, niente ripensamenti.
Anno nuovo, look nuovo.
Guai a te cacasotto se ci ripensi. Capitooo mi hai?
Tua Nair.

5 commenti:

  1. Eh, diciamo che quando ieri sera, finito il taglio, ho visto una montagna di ricci sul pavimento... un pò di magone mi è venuto, si, mi veniva da piangere, era come se la Cristina di sempre avesse ceduto il passo ad una Cristina... nuova. Si. Comunque sto bene con questo taglio di capelli. Mi piaccio. E' grintoso. Adatto a me.
    Ciao:-)
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Fa sempre un certo effetto tagliarsi i capelli, è come perdere qualcosa di se stessi, o almeno per me è così sin da quando ero piccolo.
    E' un po' come rinnovarsi.
    Un salutone e alla prossima

    RispondiElimina
  3. E' una specie di sfida con se stessi. E' una piccolissima prova di coraggio per capire se si è disposti a cambiare. E' bisogno di togliersi di dosso la "foto di sempre".
    Si. E' desiderio di voltare pagina e rinnovarsi.
    Buona notte, Accade.

    RispondiElimina
  4. Bella si rimane sempre, comunque.
    Un abbraccio, due: uno non basta.
    Maurizio

    RispondiElimina

[...che dell'Amore non si butta niente...]
Francesco de Gregori